Il Kursaal di Montecatini, una gloriosa storia mai dimenticata

Il complesso del Kursaal è sempre stato l’emblema del divertimento a Montecatini Terme, un polo che attraeva sopratutto nel weekend una folla di gente proveniente da tutta la Toscana, bei tempi andati quando all’interno potevamo trovare Cinema, Teatro, Night e Disco Dance oltre ad una sala giochi immensa.

Tutto questo era il famoso Kursaal da tutti conosciuto e da tutti amato, una azienda privata nata nei primi del 900’ con il famoso Casinò di Montecatini Terme, testimonianza di questa rarità, le fiches, una rara foto donata da un cliente dell’Hotel Columbia che vi alloggiava.

I molti artisti che hanno dato sfoggio al Kursaal dagli anni 20’ ai 90’ solitamente alloggiavano di fronte nello stupendo Hotel Columbia che ai quei tempi si chiamava Italo-Argentino, era un passaggio obbligato ed era un onore ospitare volti illustri e conosciuti del mondo del Teatro e dello Spettacolo in genere.

È quasi inutile rinvangare un passato che non c’è più, ma a noi montecatinesi il passato ci piace perchè ci ricorda i fasti di un tempo, le folle immense che questa struttura attirava come mosche sul miele erano sicuramente una delle attrazioni principali per i molti turisti che provenivano da tutta Italia ed Europa, era vita, emozioni a non finire e una sicurezza di avere il meglio in fatto di spettacoli e divertimento.

La storia del Kursaal

Quando il complesso Kursaal fu ceduto e venduto, ci accorgemmo della grave perdita avuta, la città termale non aveva più l’appeal di un tempo, le vicessitudini che seguirono da un’asta all’altra segnarono profondamente uno degli emblemi storici naturali della Montecatini termale, non si poteva più tornare indietro, i continui progetti e proclami non facevano altro che farci sognare, il glorioso Kursaal era finito e non sarebbe più tornato agli splendori passati.

Il Comune, Albergatori e Cittadini non seppero cogliere la svolta di dare un nuovo impulso acquistandone la proprietà, ognun per sè e Dio per tutti questo è sempre stato il dictat di una Montecatini che appare, ma che non prende mai su di sè decisioni importanti per un futuro fatto non solo di storie passate, ma di rischiare anche tutto per portare la città termale ad essere anche negli anni 3000 la prima città termale al mondo.

Kursaal di Montecatini Terme

La storia di tutti i giorni vissuta con ansia per un complesso enorme rimasto abbandonato per diversi anni si concluse nei primi anni del 2000 quando la Monaco S.p.A. prese in mano il grande complesso ed il Comune si arrese cedendo alla nefasta costruzione, sconvolgendo il naturale prestigio, di appartamenti e negozi, diviso a metà da una finta piazza, l’antico stile Liberty viene distrutto dalle gru ed i vari macchinari edili, rimane in piedi la facciata che non può essere abbattuta per la sua bellezza, ancora oggi nel 2014 non sappiamo ancora che destinazione avrà la bellissima facciata ed i suoi interni anche se per poche decine di metri in larghezza.

Teatro di innumerevoli presenze, attualmente rimane ancora incompiuto e le varie entrate non sono più il cuore pulsante della città, quasi irriconoscibile non si è ancora integrato nella città, rimane isolato, gli manca quella scintilla, quel fuoco dove la moltitudine di gente lo consumava ogni giorno, ma lo rendeva anche il più desiderato da tutti.