Terme Bagni di Pisa

Amate già dagli etruschi e dagli antichi romani, le terme Bagni di Pisa divennero note alla nobiltà di tutta Europa dal 1743, quando il Granduca di Toscana, Francesco Stefano di Lorena ne fece la propria residenza termale estiva, nonché un luogo d’incontro mondano che vide tra gli altri importanti ospiti, celebri personaggi quali Gustavo di Svezia, Giorgio IV d’Inghilterra, Vittorio Alfieri, Percy B. e Mary Shelley, Ibrahim Pascià, Il Cardinale di York, Carlo Goldoni.

Nelle camere la vista del cielo stellato verrà licenziata dai colori pastello delle volte affrescate, originarie del 700, soppalchi in parquet per ammirarle meglio e farsi cullare dalla storia. Dalle finestre si può ammirare la Torre Pendente. TV LCD a scomparsa per non disturbare l’atmosfera, climatizzatore per adattare la temperatura alle proprie esigenze, pavimenti in marmo e graniglie per rivivere la storia, bagni con doppio lavabo, doccia e vasca separate.

Il gruppo STB, Società Terme e Benessere, ha recentemente inaugurato Bagni di Pisa, la nuova struttura nata dalla mente dell’imprenditore Leandro Gualtieri. Dopo Fonteverde a San Casciano dei Bagni (SI) e Grotta Giusti a Monsummano Terme (PT) si è aggiunta Bagni di Pisa (PI), andando così, ad implementare un trend positivo per queste realtà nel rispetto della tradizione toscana, del termalismo classico e delle più moderne tecniche di benessere. Bagni di Pisa, che si trova a San Giuliano Terme, è ritornata agli antichi splendori. Nel 1112 Matilde di Canossa ebbe a cuore la sorte di queste terme e volle che fossero completamente ristrutturate.

Ma il vero momento di splendore lo trovarono con Francesco Stefano di Lorena, allora Granduca di Toscana e futuro imperatore del Sacro Romano Impero. Lui e sua moglie Maria Teresa d’Austria crearono qui un esclusivo luogo di “ozio e delizia”, un vero e proprio punto di riferimento per tutta la nobiltà europea.

Durante il periodo estivo a Bagni di Pisa erano soliti passare le acque e giocare al casinò il re di Svezia Gustavo III, Cristiano VII di Danimarca, i principi di Inghilterra, Ibrahim Pascià ed anche Paolina Bonaparte, Percy e Mary Shelley, Vittorio Alfieri e Carlo Goldoni. La leggenda vuole che proprio a Bagni di Pisa sia nata la figura mostruosa di Frankenstein dalla fervida fantasia di Mary Shelley.

L’hotel nasce nel corpo centrale del Palazzo dei Lorena, dove anticamente c’erano le sale da ballo, le stanze degli ospiti e quelle dei Granduchi, trasformate oggi nelle camere numero 207 e 307 dalle quali è possibile ammirare la famosa torre pendente.

L’hotel conta 40 camere ma il progetto finale ne vedrà 70. Le camere hanno splendidi soffitti affrescati, marmi e letti a baldacchino e inducono a rivivere suggestive atmosfere d’altri tempi. Il bar, con una saletta esclusiva per sigari e distillati propone anche cocktail e tisane dietetiche per un pomeriggio in musica mentre il ristorante presenta piatti della tradizione toscana rivisitati in chiave moderna grazie all’estro dello chef Cesare Bassi. Tutti i prodotti, assolutamente naturali, valorizzano ancora di più la sana cucina di Bagni di Pisa.

Dall’Hotel si accede direttamente al Centro Benessere dove un team di medici e terapisti si prende cura del cliente. Dalle discipline orientali come il massaggio ayurvedico e lo shiatsu, al bagno turco con savonnage, realizzato alla maniera orientale fino al watsu, un massaggio in acqua che aiuta a sciogliere le tensioni e a liberare le emozioni.

Tra le meraviglie di Bagni di Pisa troviamo l’Hammam dei Granduchi, una piccola grotta termale naturale dove è possibile fare un romantico bagno di vapore ad una temperatura di 45 gradi. Per chi ama passeggiare il Percorso Vita porta, attraverso gli ulivi e il giardino botanico, alla Kafe’ Haus, la struttura sulla montagna pisana dalla quale sembra possibile toccare il mare. Qui l’Imperatrice Maria Teresa amava stare seduta a leggere poesie.

Le terme “Bagni di Levante”

Acque dai benefici effetti, acque solfato calcico magnesiache, naturalmente ricche di elementi vitali e curativi, che terme toscana san giuliano terme pisasgorgano ai piedi del monte San Giuliano in Toscana presso lo stabilimento termale con diverse scaturigini e raccolte in due gruppi detti di Levante (temperatura di 40°) e di Ponente (temperatura 38°). Famosi sono i fanghi maturati con queste acque termali e oggetto di numerosi studi da parte della Scuola Idrologica dell’Universita’ di Pisa.

I fanghi e i bagni di San Giuliano Terme in Toscana trovano la loro indicazione in modo particolare nelle malattie reumatiche, esiti di traumi e distorsioni. A San Giuliano Terme si effettuano anche cure inalatorie: queste cure sono soprattutto indicate per affezioni croniche delle vie respiratorie per l’alcanità e la particolare ricchezza in calcio e S04 dell’acqua.

Nel pieno rispetto dello spirito che da sempre anima il termalismo classico, ognuno può godere dei giovamenti che da esse derivano grazie alla convenzione con il servizio sanitario nazionale. Abbiamo scelto di essere presenti per il benessere di tutti.