Terme di Saturnia

Le Terme di Saturnia sono oggi un centro termale incantevole situato ai piedi del borgo medievale di Saturnia e circondato da un parco secolare tipico della terra maremmana. La struttura sapientemente organizzata è in grado di soddisfare una clientela molto esigente. L’alternativa al Centro Termale sono le cascate del Gorello (o del Mulino), di libero accesso, poste a 2 km dal borgo di Saturnia.

La sorgente delle Terme di Saturnia nasce in un cratere vulcanico (dove sorge la piscina dello stabilimento) e scorre successivamente lungo un ruscello naturale (detto il Gorello) per circa 500 metri, dove un dislivello crea una cascata che lambisce un antico mulino e forma a sua volta una serie di piscine naturali scavate nella roccia.

La storia

Le Terme di Saturnia e le sue acque sulfuree che sgorgano dal sottosuolo con una portata di 800 litri al secondo ed una temperatura costante di 37° C, erano conosciute già ai tempi degli Etruschi i quali avevano individuato nella sorgente virtù “miracolose”. Successivamente, a partire dal 280 a.C., furono i Romani a trarre beneficio dalle Terme di Saturnia. Furono i primi a creare veri e propri edifici per lo sfruttamento terapeutico della sorgente; sono tutt’oggi visibili numerosi reperti a testimonianza dell’operato dei Romani.

Nel Medioevo la particolarità di questo luogo, dovuta al vapore acqueo, al calore sprigionato e all’odore di zolfo, propiziarono molte leggende. Si narrava che il diavolo uscisse da qui quando lasciava gli inferi. Il territorio veniva descritto come un luogo in cui sgorgavano acque stregate, che andavano a depositarsi in pozze fumanti e bollenti, diffondendo nell’aria un acuto odore satanico.

Le cronache del tempo ricordano convegni di maghi e di streghe, sortilegi e riti sabbatici. Sempre nel medioevo le terme di Saturnia vennero citate da Papa Clemente III che in una bolla del 1118 cita “hospitale de balneo” e “un locale di soggiorno per coloro che si recavano ai bagni caldi sulfurei di Saturnia”.

Oggi le Terme di Saturnia sono conosciute in tutto il mondo, tuttavia ebbero una prima struttura organizzativa soltanto nel 1865, quando il Dott. Bernardino Ciacci provvide a bonificare il terreno della fonte, e ristrutturando gli edifici preesistenti, diede vita ad un efficiente stabilimento termale. Nei primi del Novecento fu edificato l’albergo e le analisi complete delle caratteristiche chimiche dell’acqua, effettuate dal Dipartimento di Chimica delle Università di Siena, Pisa e Roma, confermarono le grandi proprietà salutari della stessa.

Nel 1978 la Regione Toscana autorizzò l’apertura permanente del centro con attività balneo-fangoterapiche e dette inizio così al percorso che ha portato le Terme di Saturnia ad ottenere la fama mondiale che oggi hanno raggiunto. Dal punto di vista scientifico l’acqua di Saturnia è: “acqua minerale omeotermale sulfureo-carbonica, solfato-bicarbonato-alcalino terrosa” ed annovera tra le sue peculiarità la presenza di due gas disciolti quali l’idrogeno solforato e l’anidride carbonica. La composizione di quest’acqua racchiude il segreto della sua proprietà salutare efficace per la pelle, l’apparato respiratorio e muscolo-scheletrico.

Hotel Terme di Saturnia – Luxury

Il wellness hotel Terme di Saturnia Spa & Golf Resort è situato ai piedi dell´omonimo borgo medievale, nel cuore della Maremma toscana, un luogo incantevole, pensato per risvegliare i tuoi sensi. Ricavato da un’antica costruzione in travertino, l’elegante albergo conta 140 camere, di cui 2 Grand Suites, 3 Suites e 71 Junior Suites, tutte realizzate secondo la filosofia dell’habitat.

Filosofia che si basa sulla continua ricerca dell’armonia con l’ambiente circostante e che si traduce nella scelta delle pavimentazioni, dell’illuminazione e delle cromie dei tessuti e finiture, per creare così un’atmosfera di totale benessere. All’interno dell’albergo, oltre ai due ristoranti Aqualuce e All’Acquacotta, troverà la Spa Boutique Terme di Saturnia, per fare shopping all’insegna del benessere, l’elegante spazio Cruciani con i suoi preziosi cachemire, l’accogliente Spa Cafe per i momenti di relax ed il nuovissimo Atelier Aldo Coppola by Terme di Saturnia.

Il suggestivo bagno romano, completo di sauna e bagno turco, conduce alla sorgente e agli impianti termali composti da piscine di acqua calda, idromassaggi, cascate e percorsi acquatici. Nel parco piscine, una prestigiosa Galleria organizza mostre di artisti contemporanei e lì vicino si trova anche il Juice Bar, un delizioso bar all’aperto che propone cocktail, centrifugati e stuzzicanti snack, tutti a base di frutta o verdura. Per chi ama rilassarsi facendo uno sport a contatto con la natura, Terme di Saturnia Spa & Golf Resort dedica un prestigioso percorso di golf . Progettato da Ronald Fream, architetto del noto studio californiano Golfplan, questo percorso di 18 buche – Par 72 è stato studiato per offrire un’esperienza di gioco ad altissimo livello, senza faticosi dislivelli altimetrici o colpi proibitivi.

Piscine termali

Con le sue quattro piscine termali all’aperto, gli idromassaggi e i percorsi vascolari di acqua fredda e calda, il parco piscine delle Terme di Saturnia, è sicuramente uno dei più grandi parchi piscine della Toscana e si presenta come un’oasi di vero relax. All’interno del parco piscine, troverai la Spa Boutique Terme di Saturnia per fare shopping all’insegna del benessere e l’accogliente Spa Cafe dove potrai gustare piatti caldi e gustosi snacks.

L’acqua di Saturnia, la sorgente

L’acqua minerale termale della sorgente di Saturnia sgorga da millenni all’interno di un cratere naturale al ritmo di circa 800 litri al secondo e ad una temperatura costante di 37,5°C. Il continuo ricambio determinato da questo imponente flusso d’acqua permette di mantenere costanti le caratteristiche chimico-fisiche, gli effetti biologici e terapeutici e le condizioni igienico-sanitarie dell’acqua presente nelle piscine. L’acqua di Saturnia è un’acqua minerale propriamente detta, in quanto vi sono disciolti 2,790 gr. di sali minerali ogni litro. La caratteristica principale dell’acqua è la presenza di un grande quantitativo di idrogeno solforato e anidride carbonica. Questi due gas consentono di definirla come solfureo-carbonica-solfata-bicarbonato-alcalino-terrosa.

Gli effetti biologici

Le numerose azioni biologiche esercitate dall’acqua minerale termale di Saturnia dipendono dalle elevate concentrazioni dei sali minerali e dei gas in essa disciolti. L’idrogeno solforato (gas solfureo), in particolare, è in grado di svolgere azioni sull’apparato cardio-circolatorio e respiratorio (vasodilatazione cutanea, riduzione della pressione arteriosa); azioni sull’apparato muscolare e scheletrico (miorilassante, antinfiammatoria) ed azioni a livello delle vie respiratorie (fluidificazione delle secrezioni, antinfiammatorio). Bevuta a digiuno a piccole dosi, infine, può modificare favorevolmente i processi digestivi gastrointestinali.

A livello della cute esercita una naturale azione di peeling, con proprietà esfolianti, detergenti ed antisettiche. Alla presenza dell’anidride carbonica sono attribuite principalmente azioni benefiche nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio e respiratorio: effetto ipotensivo e aumento dell’ampiezza degli atti respiratori con aumento complessivo della ventilazione polmonare. Occorre inoltre rilevare che, alla sola temperatura dell’acqua di 37,5°C, sono attribuite numerose proprietà: vasodilatazione arteriosa e venosa con aumento dell’attività cardiocircolatoria, rilassamento della muscolatura e riduzione della sintomatologia osteoarticolare.

Cure termali

Le cure termali in Toscana, grazie al centro benessere di Terme di Saturnia, hanno una lunga e prestigiosa tradizione Il Servizio Sanitario Nazionale concede un solo ciclo di cura all’anno.
Le cure termali convenzionate con le Terme di Saturnia sono:

  • Fangobalneoterapia
  • Balneoterapia in vasca
  • Cure inalatorie

Per ritenere valida la richiesta-impegnativa del medico curante è necessario riportare correttamente la diagnosi. Per semplificare suggeriamo alcune condizioni riconosciute dal S.S.N. in relazione al ciclo di cure termali, come stabilito dal ex D.M. 15/12/94.

Ciclo di cura termale:

Diagnosi: Fangobalneoterapia

  • Osteoartrosi
  • Artrosi diffusa
  • Reumatismi extraarticolari
  • Lomboartrosi
  • Cervicoartrosi

Diagnosi: Balneoterapia

  • Psoriasi
  • Eczema
  • Dermatite atopica
  • Acne

Diagnosi: Cure inalatorie

  • Rinite cronica
  • Faringite cronica
  • Laringite cronica
  • Sinusite cronica
  • Sindrome sinuso bronchiale cronica

La richiesta è valida per tre mesi dalla data del rilascio. La terapia ha inizio lo stesso giorno in cui viene effettuata la visita medica di ammissione. Il ciclo di cure deve essere consecutivo e completato in 15 giorni.