Il Peposo alla Fornacina dell’Impruneta

Il Peposo dell’Impruneta o alla Fornacina, si narra nasca da un’idea dei Fornacini, coloro che tutt’oggi preparano, in questo grazioso paese vicino Firenze, il noto complemento d’arredo “Il Cotto Fiorentino dell’Impruneta“.

Da semplice argilla e altri materiali, gli abili artigiani confezionano i famosi manufatti, completamente a mano, vasi, quadri, giare, orci, mattoni e tanto altro.

Per questa ricetta è indispensabile il muscolo di vitello, con le sue nervature grasse e la sua callosità che poi diventeranno morbide nella lunga e lenta cottura. Non esagerare nell’uso del pomodoro, mettete poca o punta conserva.

L’uso abbondante del pepe era dovuto alla necessità di coprire sapori non proprio freschissimi, problemi di conservazione di altri tempi, ma favoriva anche il consumo del buon vino Chianti prodotto in zona.

Questa preparazione con pepe a grandi dosi, nasce dopo il ’400, infatti nei secoli precedenti le spezie erano troppo costose e considerate prodotti di lusso che solo i signori potevano permettersi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 grammi di muscolo di vitellone
  • 8 spicchi di aglio
  • vino rosso
  • 1 cucchiaio di conserva
  • sale e pepe quanto basta
  • poco olio extra vergine

Preparazione

Tagliate il muscolo a spezzatino, facendo dei pezzi non troppo piccoli.

Metteteli in una pirofila con gli agli interi, un bicchiere di vino, sale, la conserva sciolta in acqua calda e un bel cucchiaio colmo di pepe nero.

Aggiungete ancora acqua calda in modo di coprire a filo la carne e mettete a forno medio. Fate cuocere lentemante, mescolando ogni tanto, per circa 2 o 3 ore, se necessario aggiungete altra acqua calda.

Alla fine il peposo dovrà risultare ben ritirato, cremoso e morbidissimo.

Volendo servitelo su fette di pane abbrustolito e cosparso con altro pepe.

Il Peposo alla Fornacina dell’Impruneta

Una ricetta direttamente dal Menù della Taverna del Vin Vino di Borgo a Buggiano, per riscoprire uno degli antichi sapori toscani da gustare nell’antica stalla e preparati dallo chef con passione.

La ricetta tradizionale: per cucinare questo piatto, un tempo si utilizzava un recipiente di coccio chiuso da un coperchio concavo, e questi all’Impruneta non mancavano di certo, che veniva riempito di vino, man mano che questo evaporava, se ne aggiungeva dell’altro. Il materiale poroso del coccio permetteva al vino di penetrare all’interno mantenendo il peposo umido e insaporendolo al tempo stesso.

Vini in abbinamento: Chianti classico rosso toscano e Valpolicella superiore rosso veneto.

 

Informazione speciale

Per maggiori informazioni sul peposo alla fornacina o su gli altri piatti preparati dallo chef, puoi contattare la Taverna del Vin Vino.

Taverna del Vin Vino
Indirizzo: Piazza Mercato Bestiame, 30 – Borgo a Buggiano (PT)
Telefono: +39 0572 33340
Email: onlymanuelonlymanuel@gmail.com