Pizza di melanzane

Le verdure esaltate a forma di pizza, in un trionfo del gusto italiano, con le ultime melanzane di Ottobre in un orto all’aperto trasformate in uno dei piatti più famosi al mondo.

Lavate le melanzane, affettatele e mettetele in uno scolapasta, cospargetele di sale, non troppo, e lasciatele spurgare dell’acqua. Dopo 30 minuti circa, lavatele ed asciugatele bene.

Friggetele in abbondante olio ben caldo, asciugatele su carta assorbente, meglio quella gialla.

Preparate una teglia e disponeteci le fette di melanzane leggermente accavvallate, ricopritele come per condire una pizza con della polpa di pomodoro o pomodori a pezzi, mozzarella, scamorza o provola a fettine, i capperi, le acciughe, origano ed un leggero filo di olio extra vergine.

Mettete la teglia in forno già caldo a 180-200 gradi e fate cuocere la pizza per circa 20-30 minuti, a seconda della croccantezza che vorrete ottenere.

Terminata la cottura togliete la pizza dal forno e portatela in tavola ben calda.

Un piatto da veri contadini, per i nordici o coloro che non vogliono o non sopportano la frittura.

Una volta preparate le melanzane, ungete la teglia senza friggere le melanzane e procedete come sopra, un gusto ancora più leggero e delicato.

Meglio ancora e più salutistica, non ungete la teglia e ponete sul fondo la carta forno.

Vini in abbinamento: Vernaccia di San Gimignano (bianco toscano) – Falerno del Massiccio Bianco (campano).