Food & Book, la cultura del cibo raccontata e vissuta

Un appuntamento partito in sordina, ma che raggiunge la terza edizione: il Festival del libro e della cultura gastronomica.

L’evento sarà celebrato alle Terme Tettuccio dal 23 al 25 Ottobre. Parlare del cibo, gustarlo e prepararlo è diventato un nostro vissuto, d’altronde tutti i giorni ci apprestiamo a farlo ed inconsapevolmente ne siamo maestri, oltre che fautori.

Riuscire comunque a mantenere la tradizione e la cultura del cibo non è facile, le generazioni passate tramandavano a quelle future nel rigore, tutto quello che il quotidiano e l’esperienza di tutti i giorni ci insegnavano formando le future generazioni alla dura lotta della vita.

Tramandare le tradizioni come una volta risulta di difficile applicazione ai giorni nostri, solo chi ha passione nel fare le cose, sperimentarle in continuazione può ardire a migliorarle, così da continuare quel percorso di conoscenza che la tradizione popolare ha mantenuto per lunghi anni.

Questo è il compito degli scrittori e di alcuni chef, che incontrandosi in questa manifestazione daranno sfoggio delle loro qualità, facendone tesoro preparando dei piatti al momento, le famose Show Cooking e cene a tema.

Racconti e romanzi abbinati alla preparazione di un piatto, dai libri di cucina dedicati a singole ricette, piuttosto che ai piatti regionali, oltre all’abbinamento dei famosi vini italiani ed esteri.

Il 2015, infatti, si presenta con delle proposte molto indicative ed abbinate all’Expo, dove la cultura del cibo sicuramente ha dato sfoggio di sè.

Lo Slow Food, la ricerca del cibo nella sua essenzialità, locale e biologica, avrà l’abbinamento con la presentazione di Slow Wine 2016, in pratica la guida dei vini Slow Food, abbinamenti di piccole realtà locali per degustare vini a volte sconosciuti di mastri vignaioli che ancora riescono a produrre in totale autonomia senza mischiare uve di altre regioni.

Sala Lettura Tettuccio Food & Book

Un programma bello ricco che si svolgerà al Teatro Verdi, rinnovato recentemente, e proseguirà al Tettuccio con la degustazione di circa 1.018 vini di 603 cantine presenti da tutta Italia, veramente un trionfo se pensate a quanto piccola sia la nostra penisola.

La location del Tettucio, e quindi del comune di Montecatini Terme, non è stata presa a caso dagli organizzatori, e ci sarà anche il primo banco dedicato alle acque minerali, dove, in pratica, potrete degustare le migliori acque presenti in Italia, e posso dirvi che ci saranno delle sorprese.

Molte le sorgenti presenti a livello nazionali, ma poco conosciute, acque non solo da bere a tavola, ma anche curative: saper abbinare il cibo a quello che beviamo con utili indicazioni.

La manifestazione farà da cornice ad una delle battaglie più cruente del Medioevo, la battaglia di Montecatini tra Firenze e Pisa, con la distruzione quasi totale del Borgo di Catini Alto, che verrà rievocata con una cena medioevale a tema in occasione dei 700 anni da quella data funesta del 1315, che distrusse totalmente il Monastero di Santa Ripa delle Suor Benedettine a Montecatini Alto.

Tra gli altri punti forti della manifestazione ci sarà uno spazio dedicato al cibo per i più giovani, il Villaggio Junior, con laboratori a tema dedicati anche alle in tolleranze alimentari.

Poi ci sarà un’incontro con i giovani per i temi dedicati al Fast Food, al social ed il nuovo IFood, con le centinaia di foodblogger, di cui modestamente ne facciamo parte anche noi.

Un programma veramente all’altezza quello di quest’anno, con la bella iniziativa di una gara di cucina, riservata ai Camperisti in collaborazione con la rivista PlenAir. La gara sarà ispirata alla preparazione di un piatto del territorio con la prima Gourmet CUP, ai classificati andranmo ceste di prodotti tipici toscani.

Buon divertimento, buona cucina a tutti e leggete, leggete, leggete…