Streeat Food Truck a Firenze, l’eccellenza del cibo su ruote

È approdato pure a Firenze il festival italiano del cibo sulle tre-quattro ruote, una festa in piena regola al Parco delle Cascine, avvenuto dal 10 al 12 Aprile, 3 giorni dedicati al cibo itinerante di qualità, cotto e mangiato.

Tutte le tappe saranno: Roma, Firenze, Sarzana, Padova, Bologna, per poi soffermarsi giustamente a Milano per l’EXPO 2015, dove questa manifestazione si incontrerà con i sapori mondiali per l’evento dell’anno.

L’idea del cibo itinerante nasce dall’incontro tra le varie culture dei popoli, è sempre stato nell’intimo dell’uomo proporre nei mercati, nelle fiere, negli incontri tra amici e parenti un piatto tipico, il tuo piatto che nasce dalla tua passione, dal posto in cui sei nato, per attivare una sorta di scambio culturale, che poi è diventato anche una forma di lavoro artigianale.

L’Italia per costituzione è l’incontro di una moltitudine di culture differenti, specialmente sul cibo e la sua preparazione, anzi ne è l’emblema mondiale, siamo famosi per questo, la passione, la ricerca, la fantasia applicata alla preparazione di un piatto ci affascina, ci esalta, e ne siamo talmente consapevoli che mangiare italiano vuol dire mangiare bene, di qualità e di gusto.

Le tipicità toscane e quelle fiorentine, come la trippa, il lampredotto e la Chianina, ne sono un esempio.

Durante queste manifestazioni una delle problematiche è sempre la fretta, oltre che l’enorme folla che gira per gli stand, anche perché non troverete solo cibo, ma anche attrazioni di vario genere.

Cercate sempre gli stand di elevata qualità, anche se spenderete qualche euro in più, ma la qualità paga sempre, non mangiate perchè dovete mangiare a tutti i costi, non conta riempire la pancia, conta gustare piatti fatti con amore, diversi e tipici del luogo, sarà un arricchimento culturale gastronomico, anche nel bere vino e birra di qualità artigianale.

Troverete anche stand per vegani, con piatti preparati ai semi di canapa, ed alcune prelibatezze tipiche, come ad esempio pizza e mortazza sull’Ape Car Rosa, hamburgher di chianina presso l’Azienda Agricola Toscana – La Toraia, presentazione di classe da LU Bar con i suoi arancini siciliani, Bello & Buono con la classica pizza napoletana a portafoglio e melanzane alla parmigiana, Bianco Bufala con la prima caprese mobile al mondo con prodotti della Campania autentici, la Credenza con il vincotto experience e le famose patate novelle nel vincotto, l’antica farinata di ceci con forno a legna e testi di rame, le centrifughe di frutta e verdura ed Eskimo con il furgoncino dei gelati che annuncia il suo arrivo con una simpatica musichetta.

Queste sono alcune delle eccellenze, ma quì troverete comunque di tutto: uomo avvisato mezzo salvato, e buon fast slow food.