Occhi più sani: i consigli dell’oculista da seguire ogni giorno

La vista è il primo dei nostri sensi che dobbiamo tutelare, in qualunque stagione dell’anno. Sembra banale da dire, ma pensiamoci: quante volte non ci preoccupiamo abbastanza alla salute dei nostri occhi?

Quante volte ci “dimentichiamo” delle ore passate davanti ad un computer senza alcuna pausa per rilassare la vista? Quante volte non indossiamo gli occhiali per pigrizia, oppure dopo una giornata di intenso lavoro, non idratiamo la superficie oculare con qualche goccia di collirio? Gesti semplici che dovremmo trasformare in una sana abitudine, così sostiene Silvio Zuccarini, un noto chirurgo oculista di Firenze, che da anni cura i pazienti che soffrono di gravi malattie dell’occhio.

<< Talvolta le malattie come la cataratta sorgono per cause del tutto naturali, connesse al normale processo di invecchiamento – dice Zuccarini, – quando un cristallino invecchia, può accadere che diventi più spesso e si ingiallisca, così da trasformarsi in una cataratta a tutti gli effetti >>.

Ma tolti i casi più gravi, è possibile prevenire l’insorgere di alcune malattie degli occhi adoperando semplici accorgimenti. Esistono esercizi, tecniche, abitudini che possiamo mettere in pratica ogni giorno per dare benessere alla nostra vista: le approfondiamo con il nostro esperto Zuccarini. Innanzitutto, la cura dei nostri occhi è un’arte vera e propria, che dovremmo fare nostra e tener ben cara. Molti dei miei pazienti, sostiene l’oculista, purtroppo non hanno sane abitudini in questo senso.

Quando si recano nel mio studio per la prima visita conoscitiva, molti mi confidano di non aver svolto controlli oculistici in modo regolare durante l’arco della propria vita, oppure hanno tralasciato alcuni sintomi per troppo tempo attribuendoli allo stress, o semplicemente non hanno considerato che molte malattie dell’occhio sono connesse al diabete (di cui, ricorda Zuccarini, soffrono più di 3 milioni e 200mila persone in Italia).

Attenzione agli schermi

Ormai è risaputo, oggigiorno trascorriamo sempre più tempo di fronte ai dispositivi digitali come smartphone e tablet, che con i loro schermi ridotti mettono sotto sforzo costante la nostra vista.

Vedere-la-tv-con-gli-occhio

Anche stare ore dinnanzi al computer, a lungo andare causa scompensi alla vista con perdita di diottrie. Ecco qualche accorgimento che possiamo adottare per una maggior tutela delle funzioni dell’occhio: Silvio Zuccarini consiglia innanzitutto di porre attenzione alla distanza dallo schermo: non troppo ravvicinata, circa alla distanza di un braccio, e dovrebbe essere regolato in modo da impedirne la rifrazione della luce.

Ma cosa più importante, è necessario inserire una pausa di 5 minuti ogni mezz’ora di lavoro, per evitare di affaticare troppo l’occhio. Quanto alla TV, il consiglio sempre valido è quello di non stare mai ad una distanza inferiore di 1 metro.

Seguire una corretta alimentazione: i consigli dell’oculista Silvio Zuccarini

Anche l’alimentazione, insieme alla qualità del sonno, è uno dei fattori che influiscono sul benessere della vista, i nostri occhi infatti si “nutrono” delle sostanza buone (e cattive) che assumiamo ogni giorno. Ciò che mangiamo è fonte naturale di salute per i nostri occhi. Assumere alimenti ricchi di vitamina A e C (che si trovano in alimenti come carote, arancia, kiwi, broccoli) stimola le corrette funzionalità dell’apparato visivo, oltre a proteggerlo da minacce esterne. Diete squilibrate povere di vitamine, frutta e verdura aumentano il rischio di sviluppare malattie degli occhi, come ad esempio il glaucoma, attualmente seconda causa di cecità in Italia.

Eseguire controlli periodici dall’oculista

“Prevenire è meglio che curare” dice il motto, e mai come nel caso della nostra vista un controllo specialistico può diventare provvidenziale. Per chi ne avesse il timore, ricorda Zuccarini, la visita oculistica non è in alcun modo dolorosa: si tratta di una visita di 30 – 40 minuti, durante i quali viene analizzato lo stato dell’apparato visivo con l’ausilio di speciali macchinari.

Dott. Silvio Zuccarini nel suo studio di Villa Donatello

Dott. Silvio Zuccarini nel suo studio di Villa Donatello

La cosa più fastidiosa che potrà accadervi, parola dell’esperto, è un breve annebbiamento della vista dopo l’applicazione di alcune gocce di collirio, utilizzato comunemente per ampliare la pupilla e permettere così un controllo più preciso dell’occhio.

Coccole e massaggi: come rilassare l’occhio in 5 minuti

Chi l’ha detto che non possiamo ritagliare 5 minuti del nostro tempo per prenderci cura dei nostri occhi anche mentre siamo a casa o in ufficio? Ecco alcuni semplici esercizi consigliati da Zuccarini che, svolti quotidianamente possono apportare beneficio immediato alla vista. La chiave di tutto è riuscire a rilassare i muscoli che circondano gli occhi.

Ad esempio cominciate con l’esercitare una leggera pressione ai lati delle sopracciglia e con piccoli gesti circolari avvicinatevi lentamente alla parte inferiore dell’occhio. Se lo desiderate, unite le mani a cucchiaio sopra gli occhi chiusi e restate in posizione per almeno 2 minuti: il calore emanato dalle mani aiuterà i muscoli a distendersi completamente.

Come hai notato tutti questi “trucchetti” sono semplici e non richiedono più di qualche minuto al giorno per essere messi in pratica. Se sarai in grado di trasformarli in una abitudine ricorrente, li seguirai senza nemmeno accorgertene. Noi ti consigliamo di provarci: la tua salute personale ti ringrazierà!