Percorso Kneipp: il potere curativo dell’acqua

Nei primi anni dell’800 il sacerdote tedesco Sebastian Kneipp, malato di tubercolosi, riuscì a guarire utilizzando una speciale tecnica idroterapica, un percorso di immersioni nelle acque del Danubio che si basavano su precisi studi.

In quel momento nacque uno dei percorsi curativi oggi più diffusi e richiesti nei centri termali di tutto il mondo.

Come funziona il percorso Kneipp

Il Percorso Kneipp sfrutta le proprietà terapeutiche dei bagni in acqua a diverse temperature, che si alternano secondo precisi principi. Normalmente si percorre un sentiero di ciottoli immergendosi lentamente in acqua fredda. L’immersione non è totale, parte dalle caviglie sino ad arrivare alle ginocchia.

L’effetto benefico del Percorso Kneipp di solito viene abbinato ad altri trattamenti come la sauna, il bagno turco ed i massaggi.

kneipp

I benefici del Percorso Kneipp

In particolare il Percorso Kneipp stimola il flusso sanguigno favorendo l’ossigenazione, per una sensazione di rilassamento diffuso. La combinazione tra il camminare sul ciottolato e lo sbalzo termico ha inoltre un effetto tonificante e drenante.

Molto indicato quindi per chi soffre di stress, gonfiore, disturbi circolatori e pesantezza, soprattutto agli arti inferiori.

Per rendere ancora più emozionante l’esperienza del Percorso Kneipp i moderni centri benessere di Montecatini Terme propongono degli scenari davvero unici, regalando una profonda sensazione di benessere.